L’albero dei cappelli

5

L’ultima volta che sono stata in Toscana ho alloggiato presso un agriturismo molto bello ed accogliente e, tra le tante cose che impreziosivano gli spazi comuni, c’erano quelle meravigliose damigiane verdi che ormai vengono usate sempre più spesso come complemento d’arredo nei locali e nei negozi. Ho subito provato la voglia irresistibile di averne una ma, date le dimensioni, non avrei saputo dove sistemarla nella nostra già troppo affollata casetta. Qualche tempo dopo ne ho rimediata una più piccola (da 5 lt.) e, pensa che ti ripensa, le ho trovato un posto e soprattutto un uso utile che giustificasse la sua presenza…con poche mosse la damigiana è diventata la base dell’ “albero dei cappelli” i cui rami tuttora ospitano, appunto, la nostra collezione di cappelli.

DSC_0138

COME REALIZZARLO:

1 – Rimediate un tubo di plastica di diametro leggermente più piccolo di quello del collo della damigiana (io ho usato un pezzo della struttura di un vecchio porta mestoli) e di lunghezza di una quindicina di cm superiore all’altezza della damigiana. Rivestitelo nel modo che preferite, potete usare ad esempio un nastro di stoffa o di rafia come ho fatto io, ed inseritelo nella damigiana (se dovesse muoversi aumentate lo spessore del tubo all’altezza dell’apertura della damigianaDSC_0164, aggiungendo un po’ del materiale che avete scelto per il rivestimento, finché il tubo non risulterà perfettamente incastrato e immobile). A questo punto la base è completata.

2- Per creare i rami che reggeranno i vostri cappelli potete usare il fil di ferro del colore che preferite, l’importante è che lo spessore sia di almeno 1,8 mm altrimenti si piegherà sotto il peso dei cappelli. Tagliate tanti pezzi di filo a diverse lunghezze e, con l’aiuto di una pinza, arrotolate una delle due estremità di ognuno su se stessa fino a raggiungere delle “chiocciole” abbastanza grandi. Ora legate saldamente con altro fil di ferro i rami così ottenuti ed infilate il mazzetto nel tubo di plastica già sistemato nella damigiana. Abbellite il tutto rivestendo, sempre con lo stesso materiale, fino all’altezza che preferite, piegate i rami in direzioni diverse a formare un disegno armonioso e… appendete i vostri cappelli!

DSC_0162DSC_0149DSC_0166DSC_0158

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *